PARCO DELL’OGLIO SUD

Si estende su di una superficie di 12.700 ettari che comprende parte della provincia di Cremona e di Mantova. I comuni mantovani inclusi nel parco sono: Marcaria, Acquanegra s/Chiese, Canneto s/Oglio, Bozzolo, Viadana, Gazzuolo,Commessaggio, S.Martino d/Argine e Casalromano. Il parco è caratterizzato dai vecchi meandri del fiume Oglio che si sono trasformati in lanche ovvero in zone umide che hanno assunto una notevole importanza naturalistica essendo habitat ideale per numerose specie animali e vegetali.

Il meandro più conosciuto è senz’altro quello nei pressi di Acquanegra s/Chiese denominato Le Bine, una riserva naturale gestita dal WWF.Da segnalare i meandri delle Torbiere di Marcaria, Bizzolano (frazione di Canneto s/Oglio), Sant’Alberto di Canicossa (Marcaria),Runate e Gerra Gavazzi sulla strada che collega Carzaghetto a Canneto sull’Oglio. Grande è la varietà della vegetazione: salici, canneto,pioppi, ontani ecc. Per quanto riguarda la fauna la maggiore varietà di specie si riscontra negli uccelli: airone cinerino (foto), nitticora, airone rosso, airone bianco, garzetta,falco pescatore, poiana, gheppio ecc.

Airone cenerino

Oltre all’ aspetto naturalistico il parco è interessante anche dal punto di vista culturale; infatti percorrendolo per i vari comuni che include si possono trovare la cultura e le tradizioni della civiltà contadina mantovana. Consigliamo la visita al ponte di barche di Torre Oglio, a pochi metri dalla confluenza dell’ Oglio con il Po.(Foto in basso)

Ponte di barche

Ponte di barche

Leave a Reply