Guida turistica alla città eterna

Ogni anno giungono a Roma milioni di turisti da tutto il mondo per ammirare i tesori e i capolavori dell’arte e dell’architettura di una tra le città più belle al mondo; ma proprio per la sua grandezza e l’enorme numero di luoghi da visitare, Roma, è una città che può anche confondere un turista alla sua prima visita. Questa vuole essere una guida ricca di piccoli e grandi consigli che vi aiuteranno ad orientarvi e a godere al meglio le bellezze della leggendaria città Eterna. Poiché Roma è una città in grado di attirare un’enorme numero di turisti è importante, se possibile, pianificare con cura le date del soggiorno. I periodi migliori sono in primavera, (aprile o maggio) o in autunno. In questi periodi l’afflusso di turisti in città è importante ma non ancora caotico, il tempo è in grado di regalare delle bellissime giornate di sole. Il clima della città eterna è comunque generalmente mite e anche in inverno la temperatura non scende quasi mai sotto lo zero. Nei mesi di Luglio e Agosto l’afa estiva unita al gran numero di turisti, può diventare piuttosto opprimente, ma questo è anche il periodo dell’anno in cui la città quasi si svuota dei suoi cittadini con una conseguente diminuzione del traffico e lo spostamento in città risulta agevolato.

A luglio in particolare viene organizzata “l’estate romana”, una celebre manifestazione culturale che vede diversi eventi, concerti, ed attrazioni di vario genere prendere vita in varie aree della capitale compresi i luoghi monumentali come Castel S. Angelo. Se potete trattenervi una settimana, le cose da vedere non mancheranno, e vi sembrerà comunque di andar via troppo presto, ma se avete poco tempo a disposizione, cercate di dedicare a Roma almeno quattro giorni. Se cercherete di visitarla in due giorni non farete altro che correre freneticamente da un posto all’altro con la sensazione di aver visto poco e male. Dopotutto Roma non fu costruita in un giorno, e non può neppure essere visitata nel medesimo tempo. Il principale aeroporto romano (Leonardo da Vinci) si trova a circa 34 km dalla città. All’interno dell’aeroporto c’è un trenino, denominato “Leonardo express”, che vi porterà direttamente alla stazione centrale di Roma Termini. Il secondo aeroporto della capitale è Ciampino, questo è particolarmente attivo sui voli low cost, ed ha un pratico servizio di shuttle dedicato, ma anche servizi più economici, che lo collegano con la stazione Termini 24 ore su 24.

Dalla stazione Termini avrete a disposizione diverse linee di autobus per arrivare in qualunque punto della città e soprattutto troverete la stazione della metropolitana che vi collegherà velocemente con il centro storico. Se avete molto bagaglio o volete concedervi qualche comodità in più, il taxi è una comoda alternativa, ma attenzione, per evitare spiacevoli sorprese, vi consigliamo di scegliere esclusivamente quelli di colore bianco, muniti di “regolare tassametro”. Se decidete di arrivare in auto, ricordate che le strade di Roma sono piuttosto complicate da memorizzare, anche se aiutati da una mappa, il traffico è sempre congestionato, e nel centro storico è vietato l‘accesso nelle ore diurne. É importante, quindi, che il vostro hotel abbia un parcheggio riservato, perché trovare un posto è spesso problematico in molte aree di Roma. Inoltre ricordate che per muoversi da un estremo all’altro della città in auto possono volerci anche delle ore, mentre lo stesso tragitto viene coperto dalla metropolitana in molto meno tempo.

Per entrare in pieno nell’atmosfera di Roma vi consigliamo di scegliere un hotel nel centro storico della capitale, qui si concentrano la maggior parte dei siti e dei monumenti più famosi, ovviamente il costo sarà maggiore quanto più ci si avvicinerà al cuore stesso della città. L’area tra la sponda ad est del Tevere e la stazione termini è sufficientemente grande per offrire una vasta scelta anche sulle tariffe alberghiere, ma tenete presente che le distanze sulla mappa potrebbero sembrare inferiori a quanto non siano realmente. Il centro di Roma è piuttosto grande, ad esempio via Veneto sembra trovarsi vicinissima a Fontana di Trevi, ma in realtà per raggiungerla da lì vi occorreranno circa 20 minuti di cammino a passo svelto. Una bella distanza! a dispetto di quanto non sembri su una mappa. Alcuni degli hotel che si trovano in quest’area sono molto lussuosi ma ci sono anche alcuni piccoli hotel a conduzione familiare con costi accessibili. In alternativa anche un albergo più periferico andrà bene, l’importante è che sia ben collegato con gli autobus o, meglio, la metropolitana.

Ovviamente vi consigliamo di utilizzare internet per cercare la tariffa migliore, e se preferirete, prenotando un albergo attraverso il nostro sito ItalyGuides.it contribuirete alla futura realizzazione di altre guide come questa. Trovare un buon posto per mangiare è sicuramente una delle cose di cui non dovrete preoccuparvi nella città eterna. Roma ha un numero altissimo di ristoranti, pizzerie o fast food, alcuni di essi “non proprio economici” a prescindere se situati nel centro storico o meno. Le pizzerie al taglio, molto tipiche nella capitale, possono offrire una soluzione poco impegnativa ed economica per il pranzo. Per la cena, tutta l’area che va dal Pantheon fino al Tevere è un intricato labirinto di strade e stradine piene di piccoli e grandi ristoranti. Alcuni di essi possono sembrare delle classiche “trappole per turisti” ma come potrete notare ci sono anche molti romani che frequentano abitualmente l’area cenando fianco a fianco con i turisti.

L’aera del centro storico è infatti un grande punto di ritrovo anche per i romani. Ai più giovani consigliamo di passare una serata sorseggiando una birra a “Piazza di Campo dei Fiori” o nel pittoresco quartiere di “Trastevere” tipico luogo di ritrovo dei giovani romani. Oppure di provare qualche tipica trattoria romana nel quartiere di Testaccio. Ricordate inoltre che, specialmente durante la stagione estiva, i ristoranti romani possono essere aperti al pubblico fino a tarda sera. Prendete una mappa di Roma e disegnate un diamante partendo da: Piazza di Spagna in alto, la Stazione Termini a destra, L’aventino in basso e Piazza Navona sulla sinistra. Approssimativamente i tre quarti dei luoghi che vorrete visitare si trovano all’interno del diamante e anche se non vi sembrerà così grande come area vi occorreranno almeno due giorni per visitarla tutta.

Forse anche tre giorni dato che alcuni siti archeologici come il Colosseo con l’aera dei fori romani possono facilmente prendere un intera giornata. Fuori dal diamante rimarranno comunque alcuni monumenti fondamentali per ogni turista come San Pietro, Castel Sant’Angelo o Villa Borghese, tutti luoghi comunque facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici. Per agevolare la mobilità a Roma è stato realizzato il sistema tariffario integrato Metrebus che consiste di due biglietti speciali: il BIT “Biglietto Turistico Integrato” che è valido per 3 giorni dalla data di vidimazione per un numero illimitato di viaggi sull’intera rete di trasporti pubblici; ed il CIS “Carta Integrata Settimanale” che invece dura fino a 7 giorni. A questi si aggiunge la carta “Roma Pass”, promossa dal Comune di Roma e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, questa offre in più l’accesso gratuito ai primi due musei o siti archeologici e ingressi ridotti per i successivi musei e siti visitati. Un utilizzo accorto della Roma Pass potrebbe essere quello di visitare per primi almeno uno dei musei più costosi della città, il Colosseo e la Galleria Borghese e poi continuare con quello che più interessa.

Roma è una città che va gustata con calma, come un bicchiere di vino robusto, cercate di formulare un piano prima della partenza. Scegliete una piccola area da visitare ogni giorno lasciandovi molto tempo per rilassarvi e gustarvi il panorama mentre mangiate un gelato magari all’ombra del Colosseo. Infine vi consigliamo di lasciare per ultimi i monumenti più vicini al vostro albergo, sarete tentati di fare l’opposto, ma nel caso in cui il tempo a vostra disposizione cominci a scarseggiare saranno quelli più facili da visitare. Nel peggiore dei casi, quello in cui non riusciate a vedere tutte le meraviglie di Roma, non disperate e ricordatevi di gettare una moneta, di spalle, nella famosa Fontana di Trevi prima di partire.

Una leggenda dice che in questo caso il vostro ritorno nella città eterna sarà assicurato..

As found on Youtube

Comments are closed.