Avatar for admin

IL PARCO DEL MINCIO

Il Parco Naturale del Mincio, istituito dalla Regione Lombardia nel 1994, è un parco fluviale di 168 Kmq circa, che comprende tutta la zona circostante il Mincio, dal Lago di Garda fino alla confluenza nel Po. Non ha recinzioni o confini fisici, sono solo dei cartelli bianchi e verdi con la scritta "Parco del Mincio" a delimitarne il territorio, che si estende per 13.708 ettari nella provincia di Mantova. E' gestito da un Consorzio formato dai 13 Comuni Rivieraschi e dall'Amministrazione Provinciale di Mantova.

Il Parco Naturale del MincioLo scopo è quello di tutelare e valorizzare zone di grande pregio naturalistico e valore paesaggistico, inserite in un territorio densamente popolato e dove l'agricoltura è molto intensiva, quindi conciliare gli interessi dello sviluppo con la conservazione dell'ambiente. Ma non solo, tra le finalità c'è anche la disciplina e il controllo della fruizione del territorio a fini scientifici, didattici e ricreativi.

Il territorio protetto è caratterizzato da una varietà di ambienti diversi: le colline moreniche a nord del Parco, le zone umide nella Riserva delle Valli del Mincio, il complessodei laghi che circondano Mantova, il Mincio che attraversa la Pianura fino a confluire nel Po. Airone

Il territorio protetto è caratterizzato da una varietà di ambienti diversi: le colline moreniche a nord del Parco, le zone umide nella Riserva delle Valli del Mincio, il complesso dei laghi che circondano Mantova, il Mincio che attraversa la Pianura fino a confluire nel Po.

Il fiume attraversa un comprensorio in gran parte costituito da terreni coltivati, ma lungo le sponde osserviamo pioppi, salici farnie, cerri e ontani. Nelle valli del Mincio, e nella zona dei laghi di Mantova è notevole la presenza di canneti e cariceti. Altrettanto interessante in questi ambienti è la vegetazione palustre come la castagna d'acqua, comunemente detta "trigol" che da frutto poverissimo è diventata raffinatezza culinaria; le ninfee con fiori bianchi e gialli; le lenticchie d'acqua; i ranuncoli e i cespugli di ibisco. Ed infine il famosissimo fior di loto, che ogni anno, in luglio e agosto durante la fioritura, offre uno spettacolo di incomparabile bellezza.

Tra gli uccelli, molti quelli legati all'ambiente acquatico come Gallinelle d'acqua, Folaghe, Germani reali, Tuffetti, Martin pescatori, Basettini e Migliarini di Palude. Frequenti anche le speci migratorie: Aironi, Garzette, Nitticore, Sgarze ciuffetto. Tra le speci nidificanti invece si osservano: il Tarabusino, la Marzaiola, la Pavoncella, il Cuculo, la Cutrettola, l'Usignolo di fiume, il Beccamoschino, la Scalciaola, la Forapaglia, la Connaiola, il Cannareccione, ed interessante per la sua rarità il Mignattino.

#natura#parco

No Response for IL PARCO DEL MINCIO